mercoledì 13 giugno 2007

23 Giugno: Giornata della Vergogna...

Lo so cari tutti che sembra strano da questa parte del mondo scrivere un post come questo. Ma ci sono capitata sopra per caso a questa notizia e mi sono sentita davvero davvero male. Com'è possibile??????????? Come è possibile che ci sia qualcuno che andrà in giro "libero" un giorno per le strade a leggittimare e legittimarsi in una cosa così atroce e crudele??? Come sono stata ignorante io ad ignorare tutto questo!!
A volte si pensa che le cose non accadano mai a noi e che ci sia semplicemente una parte della "società" in cui queste cose accadono... e si pensa che noi semplicemente non facciamo parte di quella società. Ma non è vero! Quanto a volte ci sbagliamo! A volte sono gli amici di famiglia... i presti di paese...
No scusate non voglio fare del terrorismo psicologico... ho solo letto una notizia e mi sono guardata questo video...
Guardatelo! Vi assicuro che in 30 minuti ho dovuto pensare e ripensare a molte cose...
Sì, il video riguarda i crimini sessuali sui bambini da parte dei preti della chiesa...
http://video.google.it/videoplay?docid=-195322232469003782&q=Crimen+Sollicitationis


Non mi sento di aggiungere altro, vi chiedo solo di leggere.

Si esiste, il 23 giugno si terrà la giornata Mondiale dell'orgoglio Pedofilo, questo è il sito della manifestazione : ------------ (anch'io come giovanna non metto il sito), non è un sito illegale, non contiene pornografia, anzi questi signori si impegnano a convincere i loro lettori di agire nel bene, di volersi differenziare dai criminali, da chi fa atti violenti, da chi costringe i bambini, i ragazzi, dicendo che loro li amano. Interessante la galleria di immagini, dove anche babbo natale viene mostrato come pedofilo e interessante questa immagine dove addirittura viene mostrato un prete amorevole con un ragazzo, si evince un desiderio di far apparire assolutamente normale o come perversione sessuale, che ne sò come partecipare ad un'orgia, un rapporto amoroso da tra un ragazzino e un adulto.Non è una novità, sono 8 anni che questa giornata esiste, che questo sito è on line, nell'indifferenza di tutto gli organismi internazionali, qualcuno ha addirittura richiesto l'intervento dell' ONU, ma tutto è rimasto così comè.
Questa è la prima risposta a questa giornata:UNA FIACCOLATA A PALERMO CONTRO LA PEDOFILIA L’Associazione per la Mobilitazione Sociale di Palermo, chiede che vengono oscurati tutti i siti web che in qualche modo danno voce e spazio alla pedofilia. Le istituzioni prendano una ferma posizione considerando reato anche la solo promozione on line di questo turpe mercato. Un fermo “No” contro la “Giornata Internazionale dell’orgoglio pedofilo”.
La parola pedofilia a volte l'avviciniamo a un concetto astratto, bambini molestati, ma l'orrore non ci pervade fino in fondo, invece io voglio suscitare quell'orrore, che sia forte fortissimo, e mi scuso se riporto questo racconto tratto dal libro: Predatori di Bambini, scritto da Massimiliano Frassi, Shay Cullen più volte candidato al Nobel per la Pace, che dal 1974 con la sua associazione Preda è in prima linea nella lotta contro la pedofilia. Il missionario si chiama Shay Cullen...la bambina, invece, Rosario ( con la 'o' finale ), Rosario Bayont per l'esattezza. Le loro vite si incrociano in una camera d'ospedale. Rosario è stata ricoverata la sera prima con fortissimi dolori alla pancia. Ha dieci forse dodici anni e vive in condizioni inimmaginabili per la maggior parte dei suoi coetanei italiani. Malgrado questo le analisi non riscontrano alcuna grave malattia e gli evidenti segni segni di penetrazione vaginale e anale, sostengono i medici, non possono essere la causa di un dolore così continuativo nel tempo e non controllabile nemmeno con potenti sedativi. Il motivo verrà scoperto solo dopo una lunga e terribile agonia, durata una decina di giorni, quando con la morte di Rosario viene fatta l'obbligatoria autopsia di rito. E così, dal ventre della bimba ecco emergere la risposta ai quesiti dei medici per i suoi insopportabili dolori: il pezzo di un vibratore. Pezzo rottosi, durante la violenza a cui pare l'avesse obbligata un marine della locale base americana.

Che dite ragazzi possiamo fare qualcosa, tutti noi possiamo fare qualcosa? E una risposta mi giunge come una vocina lontana, una vocina che non voglio ascoltare, ma la risposta è forse...no. Proviamoci, facciamo una catena d'informazione. Che ne so copiate questo post e lo mandate via mail a tutte le persne che conoscete...se credete che possiamo urlare un NO anche noi, prendetelo e fatelo prendere ai vostri amici, uniamo le nostre forze...Io tradurrò in inglese questo post e cercherò di raggiungere così più persone possibili!!
Grazie! Grazie anche a chi mi ha fatto capitare su questa notizia!

4 commenti:

Alex e Mari ha detto...

Quando ho letto stamattina questo post su un altro blog, ho subito pensato di metterlo su Cuoche ..., ma sapevo che lo avresti fatto tu su Kiaora. Non ci sono parole.
Un abbraccio, Alex

Stefania ha detto...

Ho letto anch'io questo testo su un'altro blog, ma non sono riuscita a guardare il filmato. Probabilmente perchè sono una mamma, e per me è inacettabile che un essere umano (lo difinisco tale solo biologicamente) possa arrivare solo con il pensiero a simili gesti. Concordo e appoggio il tuo urlo di NO!! Purtroppo non permettono ai pensionati di fare una manifestazione o di avere la giornata per.. ma concedono tutto il peggio che possa esistere. Ho paura del futuro e dell'eredità che lasceremo ai nostri figli, dove tutto è permesso e concesso.

Giovanna ha detto...

grazie marina

Anonimo ha detto...

ciao Mari!
il video è stato trasmesso dalla BBC da quasi un anno, in Italia è Stato trasmesso un paio di settimane fa nella Trasmissione di Santoro in prima serata.Oltre alla diffusione via internet. Credo che qualcosa stia cambiando....c'è un timido risveglio di coscienze, già il fatto stesso che se ne parli...
Cosa possiamo fare oltre a dire NO!!!!???? Non avere paura di denunciare, se vediamo un bambino che a mezzanotte ci offre delle rose al ristorante siamo testimoni di un reato...Nel sito di Beppe Grillo c'è un video di una Giudice Minorile che parla di pornopedofilia, abusi, traffico di organi di bambini, non si stanca mai di ripetere che è nostro dovere DENUNCIARE ALLE AUTORITà e non far finta che certe cose non esistano.
Il discorso poi sui preti pedofili è qualcosa di sconvolgente...vengono solo trasferiti!!! Non affrontano un processo, CI RENDIAMO CONTO????
Fai bene ad affrontare questi argomenti, tra poco saremo milioni a urlare BASTA.
Cla